Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Certificato del Casellario Giudiziale

 

Certificato del Casellario Giudiziale

Chi risiede all’estero, cittadino italiano o straniero, può richiedere il certificato del casellario giudiziale o dei carichi pendenti relativo alla sua persona indirizzando la richiesta all’ufficio del casellario giudiziale presso una qualunque Procura della Repubblica.

La domanda, in carta semplice, deve contenere l'indicazione:

1. delle generalità dell'interessato, vale a dire della persona a cui si riferisce il certificato (si raccomanda di precisare in stampatello quale sia il nome e quale il cognome, e il luogo (città/località e stato estero) e data di nascita);
2. l’indirizzo presso il quale spedire il certificato richiesto;
3. quando è richiesto il rilascio gratuito del certificato (adozione, controversie di lavoro, ammissione al gratuito patrocinio, riparazione dell'errore giudiziario) o il rilascio con esenzione dal pagamento della marca da bollo (borsa di studio), l’uso a cui è destinato il certificato che provi il diritto all’esenzione.


La domanda deve essere firmata dalla persona a cui si riferisce il certificato e deve specificare quale certificato è richiesto (certificato del casellario giudiziale o quello dei carichi pendenti).


Il certificato è rilasciato in lingua italiana e, se rilasciato dall’ufficio del casellario di Bolzano, in lingua tedesca.


Il costo del rilascio del certificato è di € 19,68 (di cui € 16 per marca da bollo e € 3,68 per diritti di certificato) per ciascun certificato richiesto.


Nei casi in cui il certificato è esente da bollo si dovrà versare soltanto l’importo di € 3,68 per i diritti di certificato.


Inoltre, dovranno essere pagate le spese di affrancatura per la spedizione del certificato. Per la spedizione con posta ordinaria il costo verso i Paesi europei è di € 0,90, verso i Paesi extraeuropei € 2 e verso l'Oceania € 2,50.


I suddetti importi dovranno pervenire con assegno circolare (tratto da una banca che abbia una sede corrispondente in Italia) intestato al Casellario Giudiziale - Procura della Repubblica di Roma. Si sconsiglia di inviare denaro in contanti per il rischio di furti).


 

Alla domanda vanno allegate:


• la copia di un documento di identità valido (es. passaporto, patente internazionale di guida) dell’interessato;


• la prova del pagamento dell’importo complessivo per i bolli, i diritti e le spese per la spedizione del certificato (ovvero dei coupons reponse international; l'eventuale residuo sarà restituito in francobolli);


• la busta già compilata con l’indirizzo dell’interessato, per la spedizione del certificato richiesto, senza francobolli.

LE RICHIESTE INCOMPLETE, NON CONFORMI A QUANTO SOPRA INDICATO, SARANNO RESPINTE.

Altre Info e moduli: http://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_3_m.wp


177